laboratorio
home

 

: : area di ricerca

: :obiettivi operativi

: : settori di competenza

: : cooperazioni

 

 

peer_review

Il Laboratorio di Progettazione Integrata è rappresentativo di un ambito di ricerca che delinea una operatività scientifica orientata alla costruzione di processi finalizzati alla valutazione delle problematiche offerte dalla realtà e all'elaborazione di risposte progettuali alle varie scale di intervento e applicazione.

Con l’obiettivo di una rinnovata “cultura politecnica”, capace di sviluppare nella pratica la cooperazione di molteplici settori di studio, tale ambito di ricerca si prefigge di far interagire competenze multidisciplinari: architettoniche, urbanistiche, storiche, tecno-logiche, paesaggistiche, artistiche, estetico-filosofiche, sociologiche.

L'idea è di superare confini che spesso ancora limitano i risultati dell'azione progettuale a fronte di esigenze contemporanee sempre più complesse e articolate, escludendo sia sperimentazioni autoreferenziali, condotte in un unico ambito disciplinare, sia aprio-ristiche classificazioni in base all'entità quantitativa o fisico-dimensionale dei casi-studio o degli interventi.

In parallelo al concetto di specificità "caso per caso" degli obiettivi del progetto e delle ricognizioni analitiche che lo accompagnano, l'ambito di ricerca evidenzia l'esigenza di considerare in modo paritetico le contestualità fisiche e le contestualità culturali e sociali a cui il progetto architettonico, urbano, ambientale deve dare efficace risposta.

Se da un lato il rinnovamento della realtà fisica rappresenta il campo di studio privi-legiato per il quale sviluppare eticamente ogni processo progettuale, dall'altro la multiscalarità si evidenzia come connotato fondativo entro il quale si collocano, e si relativizzano per appropriatezza interpretativa delle esigenze contestuali, sia i risultati spaziali e tecnico-formali che le elaborazioni di costruzione dell'ambiente e del paesaggio.

Gli studi delle reti dei servizi territoriali e quelli di dettaglio del linguaggio architettonico rappresentano gli estremi applicativi dell'ambito operativo che, insieme alla gamma delle possibili progettualità intermedie – da quella urbanistica e ambientale a quella urbana e paesaggistica, a quella dell'organismo architettonico – denunciano l'insieme delle necessarie soglie di verifica a cui ogni "progetto integrato" deve relazionarsi per essere realmente incisivo.

Il concetto di Progettazione Integrata aderisce quindi all'idea di una posizione scientifica indirizzata a studi e ricerche incentrate sull'attendibilità e fattibilità attuativa degli interventi, in cui la definizione formale del progetto si pone quale sintesi rappresentativa di caratteri identitari e istanze locali, e di più generali aspetti di programmazione e fruizione culturale e sociale del territorio.

 

 

homepage